Isole Lofoten

Sulle Isole Lofoten le notti brillano per il sole di mezzanotte o per l'aurora boreale. Di giorno, borghi di pescatori splendono sotto la luce artica.

Le Isole Lofoten sono la meta ideale per chi vuole vedere l’aurora boreale o il sole di mezzanotte, ma anche per chi viaggia fuori stagione. Quello che circonda le Isole Lofoten, infatti, è un paesaggio naturale mozzafiato, incastonato tra i fiordi e abitato da una fauna molto peculiare.

Le isole principali sono quattro: Austvågøy, Vestvågøy, Flakstadøy, Moskenesøy e sono separate dalla terraferma dal Vestfjorden, ma sono tutte collegate tra loro da gallerie e ponti stradali. Potrete anche spostarvi da isola a isola in kayak per respirare a pieni polmoni l’aria pura di questo paradiso nordico. Non preoccupatevi, le Lofoten godono di un clima incredibilmente mite grazie all’influenza della Corrente del Golfo.

Le giornate estive sono l’ideale per andare alla scoperta della superba costa in bicicletta mentre i rorbu, i tradizionali capanni rossi dei pescatori, sono i luoghi giusti per assaggiare piatti a base di pesce appena pescato e cucinato sulle stufe a legna oppure per alloggiare.

Pur trattandosi di una destinazione molto turistica, quella delle Isole Lofoten si impegna a essere sostenibile, cioè a lavorare per ridurre l’impatto negativo del turismo sull’ambiente.

Cosa vedere alle Isole Lofoten

Forse ciò che tutti amano maggiormente delle Isole Lofoten è la loro varietà. Il paesaggio che offrono è infatti variegato e la natura è fiorente sia dal punto di vista della flora che della fauna. Qui si possono praticare diversi tipi di sport all’aria aperta: sciare, pescare, fare trekking, provare rafting nell’oceano, oppure surf e persino immersioni subacquee. Gli amanti della pesca potranno dilettarsi in questa attività che sull’isola è primaria, ammirando gli uccelli marini e le aquile che sorvolano il mare.

Ma non solo. Su ogni isola troverete baie isolate, pecore che pascolano nei prati e villaggi pittoreschi. Tale sfondo, illuminato dall’unicità della luce artica, ha saputo ispirare moltissimi artisti, i quali espongono le loro opere in diverse gallerie sparse per le isole.

Svolvær

Considerato la capitale dell’arcipelago delle Lofoten, il villaggio di pescatori di Svolvær si trova sulla costa meridionale dell’isola di Austvågøy ed è la base ideale per andare alla scoperta dei fantastici scenari naturali delle isole.

Circondato da uno scenario montuoso mozzafiato, tra cui il punto più famoso di Lofoten, la granitica Svolværgeita con i suoi 2 giganteschi blocchi in cima, da dove apprezzare una vista impagabile, Svolvær è un luogo magico e idilliaco ideale per vedere l’Aurora boreale e il sole di mezzanotte.

L’arcipelago di Vesterålen, ideale per il whale watching, si trova a due ore di macchina.

Henningsvaer

Il villaggio più bello dell’arcipelago delle Lofoten è Henningsvær, un borgo che si sviluppa su 2 piccole isole, Heimøya e Hellandsøya, al largo della costa meridionale dell’isola di Austvågøy a 20 chilometri a sud di Svolvær.

Il reticolo di stradine e ponti di pietra, gli edifici di legno dai colori vivaci e piccoli ristoranti si affacciano su un’affascinante insenatura con alle spalle imponenti montagne.

Il Pontile inglese, l’Engelskmannsbrygga, si trova sulla piazza principale ed è una galleria d’arte gestita da un collettivo di artisti che si possono osservare al lavoro mentre la Galleria Hus espone alcuni dei più bei dipinti che hanno come soggetto la Norvegia settentrionale e i villaggi di pescatori delle Lofoten.

Numerose le attività che si possono svolgere a Henningsvær, dalla pesca all’arrampicata, dalle immersioni alle escursioni.

Museo Lofotr a Vestvågøy

3Vikingveien 539, 8360 Bøstad, Norvegia (Sito Web)

Il Lofotr Vikingmuseum è il famoso museo vichingo delle Lofoten, situato sull’isola centrale di Vestvågøy. Esso ha origine a partire dalle rovine della dimora di un potente capo vichingo, lunga ben 83 chilometri: il più grande edificio dell’epoca scoperto in Scandinavia.

Il museo sorto di conseguenza, situato a 14 chilometri da Leknes, offre uno spaccato della vita all’epoca dei vichinghi. Le guide in costume conducono visite in diverse lingue e, all’interno del palazzo del capo vichingo, ci sono artigiani che illustrano le loro attività. Si tratta di una visita istruttiva e divertente, certamente adatta ai bambini.

Statua di Re Øystein a Kabelvåg

Si trova sull’isola di Austvågøym, a Kabelvåg, dietro la vecchia prigione di Storvågen. Si tratta di una statua in onore del Re Øystein, che nel 1120 ordinò la costruzione dei primi rorbuer per ospitare i pescatori, migliorando la loro condizione (prima dovevano dormire sotto le loro barche capovolte). Per il sovrano era molto importante che i suoi pescatori stessero al caldo e all’asciutto e che fossero soddisfatti, dal momento che la tassa sull’esportazione del pesce essiccato costituiva la sua principale fonte di guadagno.

Isola di Flakstadøy

5Flakstadøya, Flakstad, Norvegia

Molti viaggiatori qui si limitano a un passaggio frettoloso, senza rendersi conto che in realtà si stanno perdendo una vera bellezza. Vale la pena, infatti, fermarsi a prendere il sole sulla spiaggia di Ramberg, unica sulle Lofoten, osservare i soffiatori di vetro di Vikten e fare una deviazione al pittoresco villaggio di Nusfjord, molto amato dagli artisti.

Isola di Moskenesøy

6Moskenesøya, Norvegia

L’isola di Moskenesøy è la più meridionale delle Lofoten, caratterizzata da un’aguzza dorsale di rocce che si innalzano direttamente dal mare, divise da profondi fiordi. Anche se non siete degli alpinisti esperti, potrete comunque raggiungere qualcuna di queste affascinanti vette, per godervi il panorama dall’alto. Il punto panoramico più desiderabile è forse il belvedere di Reine, uno dei più spettacolari di tutte le Lofoten; sull’isola c’è anche uno dei villaggi più pittoreschi di tutto l’archipelago: Å.

Isola di Værøy

La penultima delle isole dell’arcipelago delle Lofoten, e la seconda più piccola, è Værøy, un lembo di terra dominato da una lunga dorsale montuosa. Sono 2 i villaggi dell’isola: Sørland, dove vive quasi tutta la popolazione, e Nordland.

Qui il clima è mite tutto l’anno e i percorsi escursionistici, che conducono a magnifiche e deserte spiagge, sono l’ideale per andare alla scoperta dell’isola. Nella parte settentrionale di Værøy si trovano alcune sepolture vichinghe.

L’isola è famosa per le colonie d’uccelli, soprattutto la pulcinella di mare, che nei mesi estivi la scelgono la parte esterna della penisola Mastad per riprodursi.

Si può raggiungere Værøy da Bodø o grazie al servizio quotidiano di traghetti e con un volo giornaliero in elicottero.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo.

Aurora boreale e sole di mezzanotte

Per vedere l’aurora boreale alle Isole Lofoten, il periodo migliore è quello autunnale/invernale, che va da settembre a metà aprile. Invece, il sole di mezzanotte è un fenomeno che si verifica in estate, tra la fine di maggio e metà luglio. Ma di cosa si tratta?

L’aurora boreale è un’attività atmosferica causata dall’interazione di particelle di origine solare (protoni ed elettroni) con la ionosfera terrestre, la cui conseguenza consiste nell’emissione di luce di varie lunghezze d’onda. Per via della loro altitudine, Le Isole Lofoten ben si prestano ad essere lo scenario per la visione di tale “aurora”, ovvero fasce di colore in movimento che dipingono il cielo notturno di azzurro, verde e viola.

Il sole di mezzanotte è un altro interessante fenomeno causato dalla posizione delle Isole Lofoten rispetto al sole, durante l’orbita terrestre estiva. Si tratta del fatto che, nel periodo estivo, il sole non tramonta mai e rimane in uno stato costante di tramonto e alba, fino al nuovo giorno. Questo fenomeno è visibile in questa parte di Norvegia poiché le Isole Lofoten si trovano a nord del Circolo Polare Artico.

Escursionismo alle Isole Lofoten

Sulle Isole Lofoten i percorsi escursionistici sono numerosi. Al primo posto vi è il caratteristico Svolværgeita, il monte da scalare per compiere il famoso salto tra due pinnacoli di roccia sopra la città di Svolvær (naturalmente accompagnati da una guida!).

Un altro celebre itinerario è quello che collega due minuscoli villaggi collocati sulla costa occidentale dell’isola: il sentiero da Unstad a Eggum è lungo 9 chilometri e si snoda lungo la costa, toccando diversi promontori, un faro solitario, magnifici paesaggi marini e le rovine di un forte sull’oceano.

Dove dormire alle Isole Lofoten

Per dormire in un posto davvero tradizionale alle Lofoten, non potete che scegliere gli antichi rorbuer, ovvero casette per pescatori ristrutturate e trasformate in confortevoli e moderni alloggi. Non mancano naturalmente anche hotel, appartamenti e campeggi.  Per disporre di tutti i comfort, scegliete un alloggio in una delle cittadine più grandi delle isole principali; ma se volete godere a pieno dello spirito delle isole, abbandonatevi alla quiete dei piccoli borghi di pescatori che ravvivano su quelle più piccole.

Come arrivare alle Isole Lofoten

L’isola di accesso alle Lofoten è normalmente quella di Austvågøy, la più settentrionale dell’arcipelago che rappresenta il punto di partenza per molti visitatori. Qui, sulla città di Svolvær, si trova un piccolo aeroporto collegato da diversi voli da/per Bodø e almeno un volo diretto al giorno per Oslo.

Da Bodø partono diversi traghetti con trasporto auto verso molte destinazioni nelle Lofoten, e tra alcune isole stesse, per esempio alcuni porti si trovano a Værøy e a Svolvær. Svolvær è anche una delle tappe del postale dei fiordi di Hurtigruten e in autobus è collegata a Leknes (sull’isola Vestvågøy), Narvik (sui fiordi settentrionali) e Sortland (sull’isola Langøy), ma anche a Harstad (sull’isola Hinnøya) e a Bodø (sulla costa settentrionale della Norvegia).

In generale, le isole sono raggiungibili anche in treno o in auto. I treni che collegano Stoccolma, Kiruna e Narvik sono giornalieri e da lì si può usare l’autobus per raggiungere le altre destinazioni dell’arcipelago delle Lofoten. Prima ancora, si può raggiungere Bodø in treno. Per esempio, il viaggio in treno da Trondheim a Bodø dura circa 10 ore.

Infine, se avete scelto di noleggiare un’auto, sappiate che da nord c’è un collegamento gratuito su nave tra il continente norvegese e le Lofoten, grazie alla nuova rete stradale locale. Per muoversi sul posto c’è la E10: la principale strada che collega l’arcipelago delle Lofoten da est a ovest.

Meteo Isole Lofoten

Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Isole Lofoten nei prossimi giorni.

mercoledì 30
10°
12°
giovedì 1
10°
13°
venerdì 2
10°
12°
sabato 3
11°
domenica 4
11°
lunedì 5
12°

Dove si trova

Le Isole Lofoten fanno parte della Norvegia settentrionale, ben al di sopra del Circolo Polare Artico.

Alloggi Isole Lofoten
Cerchi un alloggio in zona Isole Lofoten?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Isole Lofoten
Mostrami i prezzi