Gastronomia norvegese

Oltre all’ottimo salmone, catturato lungo la costa dei fiordi occidentali, la cucina norvegese, basata principalmente su materie prime facilmente reperibili sul suo territorio, ha moltissimi piatti squisiti.

Il pesce e i frutti di mare sono abbondanti sulle tavole norvegesi: eccellenti il granchio reale, i gambertti e naturalmente il merluzzo. Il tørrfisk è lo stoccafisso e il rakfisk è pesce fermentato che viene consumato crudo.

Gli amanti della carne apprezzeranno i numerosi piatti a base di agnello, come il fårikål, uno stufato, e il fenalår, coscia d’agnello stagionata e speziata, e le kjøttkaker, grandi polpette di carne di manzo fritte e servite con salsa e patate bollite. Anche la renna e l’alce fanno parte della cucina norvegese, così come il smalahove, la testa di pecora affumicata.

Il Brunost è un formaggio al coltello molto utilizzato insieme al ginepro.

I golosi non possono perdere il Multekrem, un dessert fatto con more artiche e panna montata, e il Rømmegrøt, un porridge con panna acida servito con burro, zucchero e cannella.