Stavkirke, le chiese di legno norvegesi

Le chiese di legno norvegesi, o Stavkirke, sono 28 e si trovano in tutto il paese. Sono tra i simboli del paese, e rimandano ai motivi vichinghi.

L’elemento più caratteristico dell’architettura della Norvegia sono le chiese di legno, o Stavkirke, e si trovano nell’entroterra del Paese.

I 28 edifici religiosi giunti fino a noi dei mille e 300 censiti nel corso dei secoli, sono realizzati utilizzando un sistema di pali verticali portanti, detti stav, posti agli angoli e rinforzati con degli zoccoli. Per alcuni la loro origine è come luogo di culto pagano riconvertito in chiese cristiane mentre per altri sono strutture di ispirazione russa.

Tra le caratteristiche comuni alle chiese di legno troviamo delle gallerie esterne e ornamenti in legno. Le cornici delle porte, per esempio, sono decorate con intricati intarsi ispirati a motivi vichinghi e raffigurano i mitologici draghi.

Le chiese di legno più belle sono quelle di Heddal, la più grande, di Borgund e Urnes, a Luster, la più antica e l’unica inclusa nella lista dei siti patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Le chiese di legno costituiscono uno dei tipi più elaborati di costruzioni in legno tipiche del nord Europa dal Neolitico al Medioevo.

Stavkirke di Heddal

1Heddalsvegen 412, 3676 Notodden, Norvegia (Sito Web)

La deliziosa Stavkirke di Heddal è la più grande tra le chiese di legno norvegesi e si trova a 30 chilometri da Kongsberg e a soli 120 chilometri da Oslo.

La chiesa è stata costruita nel 1250 e ha un aspetto monumentale conferitogli dalle sue 3 torri, dal portico esterno e dai 64 tetti a spiovente.

All’interno la chiesa di Heddal presetna 3 navate e custodisce una sedia vescovile del XIII secolo, 4 portali intarsiati con volti di draghi e gli affreschi murali realizzati nel 1600.

L’edificio è avvolto da un’antica leggenda che narra come la chiesa venne costruita in soli 3 giorni da 5 contadini.

Stavkirke di Borgund

2Vindhellavegen 606, 6888 Borgund, Norvegia (Sito Web)

La più fotografata tra le chiese di legno della Norvegia è la Stavkirke di Borgund a Lærdal, non lontano dal Sognefjord.

La stavkyrkje di Borgund è stata costruita nel 1180 consacrandola all’apostolo Andrea ed è conservata pressoché come l’originale medievale.

Decorata con intricati intagli raffiguranti draghi e croce cristiane, la chiesa ha un esterno a gallerie protetto da pilastri, aggiunto nel 1300, e un interno a 3 navate dove è stato allestito un museo. La chiesa presenta più livelli, ha le pareti costituite da tavole di legno verticali, tetti a spiovente costruiti con pannelli coperti ed è sormontata da una torre.

Diverse iscrizioni runiche si trovano sulle pareti della chiesa.

Nelle vicinanze si trova la stavkirke di Urnes, la più antica chiesa in legno ancora esistente.

Stavkirke di Eidsborg

3Museumsvegen 9, 3891 Høydalsmo, Norvegia (Sito Web)

Non lontano da Dalen e dal laghetto di Eidsborgtjønni si trova la Stavkirke di Eidsborg, una delle meglio conservate delle 28 esistenti.

Costruita tra il 1250 e il 1270, la chiesa, piccola e semplice, è dedicata al santo patrono dei viaggiatori, Nicola di Bari, ed è completamente restaurata. Gli interni sono decorati da affreschi del 1600 riportati alla luce grazie al restauro del 1929.

La chiesa presenta una sola navata e si distingue per i montanti d’angolo.

Accanto alla stavkirke si trova il West Museum Telemark.

Stavkirke di Fantoft

4Fantoftvegen 38, 5072 Bergen, Norvegia

A 5 chilometri a sud di Bergen, nel borgo di Fana, si trova la Stavkirke di Fantoft, una struttura in legno ricostruita dopo l’incendio doloso del 6 giugno 1992.

La chiesa originale fu costruita nel 1150 nel villaggio di Fortun, nel Sognefjord, ma nel 1883 venne trasferita grazie al console Gade che la salvò da una certa demolizione e la volle rimaneggiare secondo l’estetica della stavkirke di Borgund, con ornamenti a forma di drago, soffitti a spioventi e un porticato.

Distrutta da un incendio doloso nel 1992, la chiesa oggi visibile è una copia esatta della chiesa di legno completata nel 1997.

Stavkirke di Kvernes

5Fv247 34, 6530 Averøy, Norvegia (Sito Web)

Tra le più giovani chiese di legno norvegesi, la Stavkirke di Kvernes si trova all’angolo sudorientale dell’isola di Averøy, lungo la costa rocciosa e frastagliata.

Costruita nella seconda metà del 1300 su un sito sacro dove i vichinghi celebravano le loro cerimonie pagane, come testimonia una pietra fallica bianca, simbolo della fertilità, recuperata grazie agli scavi archeologici, la chiesa di legno presenta una piccola navata e affreschi e finestre aggiunti nel 1633. La torre è stata aggiunta nel 1810.

La chiesa, dipinta di rosso con i bordi neri, è stata salvata dalla demolizione nel 1896 quando venne acquistata dalla Società per la Conservazione dei Monumenti Antichi.

Accanto alla chiesa si trova il museo locale di Gamle Kvernes Bygdemuseum, un complesso di 11 edifici dove sono esposti oltre 20 mila oggetti.

Stavkirke di Lom

6Bergomsvegen 1, 2686 Lom, Norvegia (Sito Web)

Tra le chiese in legno più grandi della Norvegia troviamo la Stavkirke di Lom, a circa 60 chilometri a ovest di Otta nella valle di Gudbrandsdal. Costruita nel 1158 in stile romanico, nel 1634 venne ampliata e arricchita della torre.

La chiesa ha 3 navate e sulle sue pareti possono essere ammirati bellissimi dipinti realizzati nella maggior parte da Eggert Munch, tra i pittori norvegesi più produttivi e importanti del XVIII secolo. La chiesa di Lom è una delle poche in cui sopravvive la cresta medievale originale decorata con una testa di drago.

Nel cimitero fuori la chiesa si possono vedere croci di pietra medievali e le tombe dei poeti Olav Aukrust e Tor Jonsson.

Stavkirke di Ringebu

7Vekkomsvegen 433, 2630 Ringebu, Norvegia (Sito Web)

La Stavkirke di Ringebu si trova su una collina a sud di Chettinad, a 60 chilometri a nord di Lillehammer, ed è una destinazione turistica molto popolare per i viaggiatori che attraversano la valle del Gudbrandsdalen.

Edificata nel 1220 e ampliata con l’aggiunta della torre rossa nel 1630, la chiesa è la seconda per grandezza delle chiese di legno della Norvegia. Un errore di progettazione ha fatto sì che la navata sia 30 centimetri più lunga a sud rispetto al lato settentrionale.

Il portale a ovest è intarsiato con figure mitologiche di animali mentre la pala d’altare barocca raffigura la Crocifissione, la Resurrezione e l’Ascensione. La chiesa ha una serie di epitaffi, una bella fonte battesimale in pietra ollare e due crocifissi del Trecento ridipinti nel XVII secolo.

Nel periodo estivo la chiesa ospita dei suggestivi concerti.

Stavkirke di Rødven

86350 Eidsbygda, Norvegia (Sito Web)

Affacciata sullo spettacolare paesaggio bucolico di un ramo sottile del Romsdalsfjord, a 30 minuti di auto dal villaggio di Åndalsnes, la Stavkirke di Rødven è stata costruita alla fine del XIII secolo ma nel corso degli anni ha subito numerosi rimaneggiamenti.

Questa tipica chiesa di campagna ospita al suo interno un bel crocifisso medievale, tra gli arredi più antichi delle chiese di legno norvegesi, e affreschi del 1600. Il coro e la sacrestia sono stati aggiunti nel XVII secolo.

La chiesa ha una copertura ripida a 2 falde e la navata centrale è sovrastata da una torretta con tetto a guglia. La struttura,  detta Møre, è sostenuta da travi esterne: solo un’altra chiesa oltre la stavkirke di Rødven presenta questa caratteristica ed è la stavkirke di Kvernes.

Stavkirke di Røldal

9Kyrkjevegen 34, 5760 Røldal, Norvegia (Sito Web)

Rustica e ben tenuta, la Stavkirke di Røldal è stata costruita nel XII secolo in fondo ad una valle, stretta tra cime che raggiungono i mille e 500 metri di altezza.

La piccola chiesa ha una forma rettangolare ed è stata riccamente decorata con intricati affreschi nel XVII secolo.

Alcuni elementi costruttivi della chiesa hanno fatto ipotizzare agli studiosi che l’edificio non sia una delle chiese di legno ma sia un esempio costruttivo precedente conosciuto come stolpekirke.

Il crocifisso che sovrasta l’altare è antecedente alla chiesa e in passato era ritenuto in possesso di poteri curativi tanto che la stavkirke di Røldal in epoca medievale divenne un’importante meta di pellegrinaggio. La leggenda vuole che dal crocifisso escano gocce d’acqua miracolose ogni notte di mezza estate. Il fonte battesimale di pietra ollare risale al 1200.

Stavkirke di Undredal

10Kyrkjevegen 9, 5746 Undredal, Norvegia

La bianca Stavkirke di Undredal è una piccola struttura di campagna, sormontata da una torretta a guglia, costruita tra il 1150 e il 1199. La chiesa si trova nel piccolo paesino di Undredal, tra Flåm e Gudvangen, sulle sponde del Sognefjord vicino al Nærøyfjord.

La chiesa ha una navata con tetto a falde e una torre a guglia.

L’interno di questa chiesetta, tra le più piccole della Norvegia, è decorato con motivi floreali sulle pareti mentre il soffitto presenta un cielo stellato e angeli.

Stavkirke di Urnes

116870 Ornes, Sogn og Fjordane, Norvegia (Sito Web)

Situata su un promontorio della costa occidentale delle Norvegia e affacciata sul Lustrafjord, un braccio del Sognefjord, la Stavkirke di Urnes è la più vecchia tra le chiese di legno del Paese ed è famosa per i suoi splendidi ornamenti di legno intagliato.

La chiesa riunisce tracce di arte celtica, tradizioni vichinghe e strutture romaniche. Le cornici delle porte del lato settentrionale sono ricoperte di elaborate decorazioni raffiguranti animali mitologici e un delicato fogliamo, esempi della raffinatezza dell’arte vichinga dell’intaglio. All’interno strani esseri e animali, risalenti al XII secolo, sono intagliati sui capitelli e sulle panche.

La chiesa di legno di Urnes, costruita nel 1150 e circondata da un cimitero medievale, racchiuso da un muro di pietra, è l’unica al mondo a essere inclusa nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo.